Vagamente assente, con la testa altrove, faccio molto spesso le cose come un automa e molto spesso poi non ricordo di averle fatte, non ricordo se ho chiuso la porta di casa, non ricordo se ho preso le chiavi, inserito l antifurto e allora le rifaccio di nuovo. In questi giorni quando sto con Fla e Jessy e parliamo, parliamo o facciamo delle cose io ho la testa completamente altrove, seguo e non seguo, sono presente e assente allo stesso tempo in pratica ho la mente talmente piena delle cose che devo ricordarmi di fare che non presto attenzione. Forse perchè sta cominciando il vero countdown, o forse è solo stanchezza o ancora potrebbe essere un semplice principio di alzheimer, chi può dirlo. Come tutti gli anni però l’aria di dicembre e l’arrivo del natale mi fanno venire i nervi, che devo fare non riesco proprio a prenderla in maniera diversa. Ultimamente non mi interessa nulla, ne cose nuove, ne cose vecchie, ne intrallazzi amorosi o solo "sessuosi". Eppure di cose simpatiche ne capitano, di momenti esilaranti anche però c’è questo velo che opacizza ogni cosa. Di partire sono estramemente felice, l ho desiderato per 10 lunghi anni o ero troppo giovane, o troppo impreparata, avevo paura di mollare tutti i miei amici – e questa ce l ho ancora -, di non vedere la mia famiglia, le persone che contano di più nella mia vita e sono poche, solo perchè sono quelle vere, quelle di una vita con le quali sono cresciuta, con le quali magari qualche volta ho scazzato però se non scazzi con gli amici ai quali tieni e che sai che poi tutto torna ok che fai? L’idea di trasferirmi mi elettrizza, mi ha messo un sacco di adrenalina in corpo, voglia di fare, il cambiamento è necessario, me lo devo e lo voglio, solo il pensiero che non ho una scadenza adesso che parto mi fà sentire libera e in pace, ma allo stesso tempo in ansia, è una contraddizione ma è così, sono fatta di contraddizioni e non  mi sembra ci sia nulla di strano. So bene perchè ho deciso solo ora di andare, perchè sono pronta per farlo, ho la determinazione giusta l’incazzatura giusta e l’adrenalina giusta e quando ad ogni modo al bivio stavolta invece di andare nella solita direzione prendi l’altra è perchè comunque stavolta niente avrebbe probabilmente cambiato l’ordine delle cose.

Advertisements