Che bella giornata, mi sono svegliata boccheggiando come fossi un pesce, constatando poi, una volta spalancati gli occhi e dopo l’emissione di 5 starnuti uno dietro l’altro che sì mi sono raffreddata…che palle ci sarà da ridere oggi in piscina, quando tra una bracciata e l’altra dovrò riuscire a respirare per non rischiare d’affogare. Calcolando e sapendo che, già quando si usa la varicchina, il suo acre profumo ti resta addosso per parecchie ore, mi domando, pur sapendo la risposta, perchè una volta uscita dall’acqua e fatta la doccia io debba esalare ancora odor di cloro. Va bhe!. Ieri sera sono uscita con Jessy, Roby e Fabietto, destinazione ristorante cinese, anche se non è che ci faccia un granchè, ho mangiato le mie solite 3 cose, involtini, riso con veldule e ziao mai di gamberi – se si scrive così bene altrimenti ok – però come ogni volta che mangio alimenti non provenienti dalla mia cucina, questa mattina mi sono svegliata con un atroce mal di stomaco è l’ennesima conferma al fatto che ormai io possa nutrirmi solo di pasta di farro, gallette di mais e riso e basta, il mio stomaco indi il mio intestino mal sopporta cotanto spelendore di cucina "etnica", ma la cosa peggiore dopo aver spalancato gli occhi ed essermi resa conto del raffreddore è che la stanza puzzava di fritto cinese; veramente da vomito!  quella puzza che ti si incolla addosso e penetra nelle molecole dei maglioni per poi ributtare fuori la notte, un pò come le piante e la fotosintesi clorofilliana, solo che in questo caso si parla di involtinosintesi…che giornataccia!!!!

Advertisements