Perchè quando hai tremila cose da fare, vorresti solo poterti godere la pace e la tranquillità e dormire fare tutto con lentezza, ti crogioli attorcigliata come i gatti sulla poltrona, con la bbc che passa le news e le capti con i sottotitoli perchè "è presto". Una canzone di Venturi è l’inno alla lentezza "..lavorare con lentezza senza fare alcuno sforzo, chi va veloce si fa male e finisce in ospedale…", però nonostante questo ritornello, mentre armeggio con moka e caffè io vado di corsa. Non mi alzo alle 4,30 ma alle 5, questo è quanto si concede il mio cervello di massimo riposo. Devo passare al College oggi, ho appuntamento alle 9 mi vesto già. Troppo presto? forse ma che pizza!!!!!! poi magari quando torno a casa poltroneggio ancora! Avrei dovuto vedere Laura, ma ha il dentista, domani dopo N tempo, vado a Rye, ma non solo di passaggio per poi giungere a Camber, mi vedo con Nair che è un eternità…e le chiacchiere si sprecheranno, lo gossip pure 🙂 E’ per questo che vorrei cambiare tanto casa, perchè almeno avrei le amiche un pochettino più vicine! Fare tutte quelle cose che mi piacciono, tipo la spesa al mercato, dove le zucchine hanno la forma delle zucchine e non delle melanzane, dove trovi la frutta anch’essa di dimensioni quasi normali e che ha del sapore, e poi la sala da tea con tutta la cerimonia, la chiesina di St. Antonio, che è un ritrovo dove nessuno ti rompe le balle, la strada con l’acciottolato…sì decisamente Rye mi piace è ancor più piccina di Hastings..ma molto come si direbbe da noi è una "bomboniera"

 

Advertisements