Ninna nanna della Guerra – Trilussa –

Ninna nanna, nanna ninna,
er pupetto vô la zinna:
fa la ninna, dormi pija sonno
che si dormi nun vedrai
tante infamie e tanti guai
che succedeno ner monno
fra le spade e li fucilli
de li popoli che sò civilli…

Ninna nanna, tu nun senti
li sospiri e li lamenti
de la pora gente che se scanna
che se scanna e che s’ammazza
a vantaggio de la razza…
pe la gente che se scanna
per un matto che comanna
e a vantaggio pure d’una fede
per un Dio che nun se vede,
ma che è sempre un ber riparo
per re macellaro che
sa bene che la guerra
è un gran giro de quatrini
che prepara le risorse
pe’ li ladri de le Borse.

Fa’ la ninna, fa la nanna,
ché domani rivedremo li sovrani
che se scambieno la stima
boni amichi come prima.
So’ cuggini e fra parenti
nun se fanno comprimenti:
torneranno ancora più cordiali
li rapporti personali.
senza l’ombra d’un rimorso,
sai che ber discorso, ce faranno
tutti insieme su la Pace e sul Lavoro
pe’ quer popolo cojone
risparmiato dar cannone!

E’ una versione riveduta e corretta su alcuni punti dall’originale lo so, mi piaceva così

Advertisements