Global Crisis and imagine of you

Siamo tutte vittime dell’andamento incostante del mercato azionario, andamento che si ripercuote anche nelle nostre scelte. Siamo emozionalmente instabili, sempre anche quando crediamo di aver trovato la "mobilità". Fondamentalmente aspiriamo tutte, chi più chi meno, chi ammettendolo apertamente e chi facendo spallucce, all’idea romantica di famiglia. Ormai però siamo anche preda di momenti di spensierata ed errante fantasia modaiola, e vita alla Sex and the City. Siamo tutte un pò Carrie e socie, nel vivere la vita, i sentimenti e le speranze. Passano i secoli, ma siamo sempre qui. Siamo, concedetemelo, il capitale, come nel calcolo dei tassi d’interesse, possiamo subire capitalizzazione semestrale, trimestrale anche giornaliera. Ci ammortizziamo con il passare degli anni. I pianeti girano e il mondo va avanti, acquisiamo nuovi diritti, nuove emancipazioni ma lo svegliarci nello stesso letto con lo stesso uomo è la cosa che più ci riappacifica con tutto: stress lavorativo, figli – se ne possediamo – amici, famiglia. Tutto! Siamo passate per ribellioni femministe, per lotte operaie, violenze private, abusi verbali, mobbing, c’è chi prova a piegarci e a volte ci riesce, ma poi torniamo, perchè siamo più forti. La pioggia lava via i dolori momentanei, porta con se gli umori del terreno che beve e regalerà con il sole nuovi fiori, nuove storie, nuove vite. Andiamo in mille pezzi anche quando crediamo che siamo talmente forti da superare tutto…ci crogioliamo convinte che mai più riusciremo a tornare a sorridere, ma poi il sole ritorna! C’è crisi in tutto, coppie, finanza, governi perchè non siamo mai contenti, perchè vogliamo di più, perchè l’usato non ci piace, per poi invece accorgerci seduti e sorseggiando del caffè che era bello anche prima. Cos’è allora quel bisogno costante, quella frenesia che si sviluppa nella pancia e sale trasformandosi in irrazionalità, paura delle responsabilità, paura della quotidianità. Perchè? Forse perchè siamo essere inconsapevoli della nostra felicità anche quando monotona, fin quando qualcuno o qualcosa non ci butta giù dalla torre. Il nostro castello dorato si sfascia, il trucco si rovina, non ci sono cure estetiche per il dolore, si vive, si subisce, lo si lascia fare il suo decorso medico e poi si rinasce. Vogliamo una vita fatta di sole e fatta di amore, ammetterlo non piace a nessuno, perchè ci sentiamo stupidi, anche questo è un erroe, ma la perfezione….disse qualcuno non è di questo mondo. E allora mentre la borsa mondiale va a picco, mentre broker disperati scuotono la testa e il down jones prova a suicidarsi da solo, mentre sicuramente i poveri piccoli risparimatori andranno sul lastrico in barba a chi, comunque resterà sempre a galla…il mondo sta facendo sempre il suo solito giro.

Advertisements