In era di crisi, di profonda crisi, checchè ne dicano qualsiasi cosa fuori dagli schemi della normalità e quotidianità dei cittadini stona. Stona in Italia anche, ma non si fa nulla se non mugugnare e parlare parlare senza mai arrivare ad una soluzione, in Terra D’Albione invece, per quanto le disparità sociali persistano ancora nonostante il 2012, nonostante Catherine Middelton sia diventata la nuova Ducchessa, di umili origini (balla! perchè è comunque figlia di due persone milionarie, che sì si sono fatti da soli e mi piace, ma non è la figlia della Little Britain, quella di ye ba no ba) nonosante sia finito il Colonialismo, ma diciamocelo per chi viene in Uk per vacanza è sì tutto bello, tutto fantastico fai quello che vuoi, sei chi vuoi sì, ma di lati oscuri ce ne sono tanti, troppi e urtano.
Fatto sta che in era di crisi, con molti che continuano a perdere il lavoro succede un fatto.
Premessa: in Uk riuscire ad entrare in banca non è difficile, ovviamente se decidono di prender su il tu CV da internet, certo sì per rivestire cariche importanti bisogna avere la laurea, ma anche no? Detto questo succede che la RBS – Royal Bank of Scotland – è finita sui giornali da qualche tempo, perchè? scandali? No. Perdite di posti di lavoro? Si. Bonus?? come direbbe un famoso caratterista romano “Foco Ruggè Focoooo”. Ecco i Bonus. Sappiamo tutti che lavorare in banca è un lavoro agognato da molti, per tanti buonissimi motivi uno dei quali sono i bonus, gli stipendi alti anche sin dall’inizio carriera, gli scatti, gli aumenti annuali. Ovvio che se sei ad alti livelli lo stipendio è altrettanto equiparato alla carica che ricopri, così succede che un qualcuno dice no!

Royal Bank of Scotland chief executive Stephen Hester has turned down his controversial bonus worth nearly £1m.

BBC business editor Robert Peston said Mr Hester would renounce the £963,000 shares-only payment after succumbing to “enormous political pressure”.

Leggasi come il Capo escutivo della RBS ha rinunciato al suo bonus annuale di 1milione di sterline dopo che il caso finito in tutti i telegiornali aveva provocato “enormi pressioni poliltiche”, giustamente in quanto il suo stipendi annuale che è già di £ 1.2 milioni l’anno non ha certo bisogno di essere incrementato di un bonus di altrettanti milioni solo perchè con il suo lavoro ha fatto sì che la RBS diventasse un’organizzazione meno rischiosa.

A mio modestissimo parere, se già di fondo guadagni così tanto e ricopri quella carica è il minimo che tu faccia bene il tuo lavoro. Insomma ha rinunciato, non certo perchè preso da un atto di coscienza ma perchè ne è stato tirato fuori un tale macello che ovviamente alla fine il sior Heaster per tagliar corto ha detto, “no” il bonus non lo voglio, magari, volendo essere io maliziosa e pensar male – che a pensar male non si fa mai peccato – davanti a tutti dice no e poi magari gli verrà dato sotto altra forma ed in altro modo.

Ora quindi si sta scatenando il gioco di, no, a favore, contrari fra il PM David Cameron, uomo idiota, ed Ed Milliband dell’opposizione. Cameron difende a spada tratta i vantaggi dei ricchi, ma vuole tagliare i benefit di cui tanti inglesi e anche immigarti usufruiscono, portare questi benefit ad un tetto massimo di £ 26mila annue per tutti coloro che ne usufruiscono, chi in modo giusto chi in modo davvero sbagliato.

Bisogna spiegare e farvi capire che in Uk l’assistenzialismo statale spinge molte persone, specialmente le giovani stile Little Britain, ma anche quelli che qui volgarmente chiamano “scum” ovvero feccia, e che racchiudono le persone che vivono in periferia, quelli che sono stati causa della rivolta e messa a fuoco di Londra dell’estate a preferire una vita fatta di sussidio di disoccupazione e altri benefit, quali assegno familiaria, tax credit, casa gratuita piuttosto che andare a lavorare. Essì perchè qui volendo, se sei bravo a mentire, se profilifichi tanto dall’appartamento in un casermone periferico passi alla casetta, perchè più figli hai più alto diventa il tuo assegno familiare per esempio £ 500 a settimana e queste persone, poi ti vengono giustamente a dire “perchè dovrei rinunciare all’assegno e tutti sti benefit, senza dovermi alzare la mattina per andare a lavorare, quando ci sei tu che con le tue tasse mi finanzi?”

Ecco qui Camerun ha ragione e fa bene perchè io a questi li manderei a calci fuori di casa a lavorare, così come queste donne immigrate, che dicono perchè mi vuoi abbassare il sussidio annuale a £26mila sterline e quindi io non posso più permettermi la vita da nababba, ma facendo finta di essere una poveraccia?

Voi che venite in Uk in vacanza, voi che come me avevate questo mero sogno del bel Paese, bhè datemi retta non è così, non per tutti…e si lamentano, non lo trovano giusto però non si alzano e non vanno a cercarsi il lavoro nò, loro magari prolificano ancora così altre scuse, e questi mocciosetti girano tutti zozzi, senza educazione e a loro volta crescendo agiranno come i padri. Sì avete capito ci sono generazioni di famiglie che vivono, hanno vissuto e continueranno a vivere così, decisamente molto meglio di me!!! Ma senza una cosa basilare per l’uomo che è la stima verso se stessi ed il rispetto, ma tanto a loro di questi discorsi non importa nulla, gli inglesi veri, non sono quelli alla Hugh Grant di Nottingh Hill, neanche come il suo affittuario Spike, gli inglesi sono molto più stile Shameless, avete capito bene gli Shameless sono come i replicanti…ovunque e in grosse quantità.

Però per Cameron i vantaggi ai ricchi non vanno o non andrebbero tolti.

Dovrei continuare per  le lunghe e non poso quello che però fa la differenza è che da noi il taglio anche solo di qualche centinaio di euro per i nostri politici è solo chiacchiera, qui alla fine martella martella, il chiodo entra o in caso contrario esce!

Ne hai di strada da fare UK, per certi versi preferisco la mia vecchia Italia, ma in questi casi, come anche la dimissione di politici corrotti per via diretta bhè ecco per questo ancora vi stimo un pò!

Advertisements