Ricordo quando si rese noto che Marco Pantani fece uso di sostanze dopanti, il processo mediatico, la fine di una carriera e poi la fine di una vita, nessuno lo ha mai aiutato e/o ricordato se non dopo la morte, in questo noi italiai siamo dei super campioni olimpici con tutti record imbattuti. Dopo la sua morte le frasi di cordoglio del cazzo, le facce contrite i “potevamo fare di più”…parole durate il tempo del funerale, di qualche programma televisivo, un paio di settimane e poi vaffanculo Pantani ancora una volta!. Giù nel dimenticatoio che è la televisione e di coloro che si professavano amici, conoscenti, i famosi pour parler di cui è pieno sia il mondo in generale, tuanto quanto lo sport e la tv. Ora per questo Schawzer – o come se scrive – rivedo le stesse cose, “nessuna pena, radiatelo -merita comprensione o no? Il padre dice che è colpa sua, lui dice che ha fatto tutto da solo” volando in Turchia e comprando le sostanze dopanti. Ma questi giornalisti e sportivi perchè non provano gli stessi sentimenti quando si parla di calcio, quando giocatori che vengono pagati oro per molto più del loro peso corporeo, per guadagnare ancora di più scommettono, taroccano le partite della loro squadra magari lasciando ignarli altri compagni di gioco. Perchè quando uscì il video di un giovane Cannavaro sdraiato su un lettino in spogliatoio con tanto di audio  e sostanze dopanti endovena, perchè lui non è stato radiato, perchè a lui non è stato fatto questo processo sia mediatico? Perchè??? E’ Schwazer il primo??? No? sarà l’ultimo no?? purtroppo!?

Lui racconta della sofferenza, delle bugie che ha detto, di come lo sport che praticava alla fine non piaceva, ed ad essere sinceri la marcia è una cosa che non ho mai capito, non piaceva neanche a me, non riuscivo a stare nei tempi dell’andatura, vabbè. E’ partito per la Turchia ed è andato a comprarsi una sostanza, ma se queste sostanze non venissero prodotte, lui, non avrebbe avuto la tentazione e motli come lui andrebbero avanti solo a forza fisica, la “stamina” naturale che l’essere umano ha?

Quindi il problema sta a monte, a volte gli sportivi vengono consigliati, chissà magari anche costretti a prenderle, e poi si ritrovano con malattie  – che potrebbero agli occhi di questi Giudici da 4 soldi, che sono quelli che alzano il dito – come la punzione dovuta alla malfatta. Tutti questi giovani che in questo anno hanno perso la vita, sul campo di calcio, è strano, sono sportivi dovrebbero essere in salute e allora perchè???? Forse avevano anche loro assunto sostanze non lecite e chi gliele aveva prescritte e date?

La punizione questo ragazzo la sta già vivendo, la vergogna di essere messo alla gogna pubblica, meritata certo, la riconsegna del tesserino, della pitola perchè parte dell’Arma, la sua fidanzata che si dice “arrabbiatissima” e che magari da qui a qualche mese lo lascerà pure, carriera distrutta e vita pure, non sono forse sufficienti? Vogliamo avere nuvoamente una persona che per la delusione e soprattutto per le porte sbattute in faccia, finisca per morire da sola, nello squallore. Mi chiedo se davvero io sia l’unica a vedere in un’ottica diversa il tutto. Mi sono chiesta anche io se non fosse stato scoperto lo avrebbe ammesso??? Sono lacrime di coccodrillo? Chi lo sa?!

Lo sputtanamento MONDIALE e OLIMPICO credo che abbia già dato, perchè si dovrebbe vincere per merito, per la fatica che lo sport ti fa provare, perchè di solito è con la “disciplina” che si superano le prove, allenarsi è faticoso lo sappiamo bene. Sicuramente chi produce queste sostanze è il primo che dovrebbe pagare, ma questa è utopia;  però vorrei anche e glielo auguro che non faccia la fine di Pantani, portare una persona al limite quando nessuno di noi è perfetto è da ipocriti e prue qui noi siamo campioni. Ha fatto una cazzata, si è rovinato la vita, se lo ricorderà per sempre.

MO  BASTA!

Advertisements