Questo giovedì mattina voglio rendervi noti alcuni dati, di disastro finanziario e soprattutto lavorativo, qui si parla poco e si agisce molto velocmente.– Jessops: fondata nel 1935 si occupava di vendita di macchine fotografiche e stampa foto e accessori.
Data del collasso: 9 Gennaio 2013;
Posti di lavoro: 1,370 persone sono stata dichiarate redundant, ovvero cassaintegrati. Negozi: 200 a livello nazionale chiusi!

– HMV: His Master Voice – Le sue origini risalgono si dice al periodo di produzione del primo grammofono anche se il primo negozio a Londra aprì i suoi battenti nel lontano 1921, si occupa della vendita di cd,dvds,game consolle,gadgets,libri e quant’altro.
Data del collasso: 15 Gennaio 2013 è stata dichiarata in “administration” ovvero a rischio, molto sicuro di chiusura.
Posti di lavoro: 4,500 a rischio
Negozi: 240 a rischio chiusura anche se forse alcunui potrebbero restare aperti se un qualche samaritano del business si accolla una compagnia in grosso debito!

– Blockbuster: primo negozio aperto in Texas nel 1985. L’azienda si espande nel Regno Unito ed è stato venduta nel 1994 per 8 miliardi di dollari. Si espande a 3.500 negozi internazionali. Nel 2010 in America si apre un procedimento fallimentare.L’azienda britannica era separato.
Data del collasso: 16 Gennaio 2013
Posti di lavoro: 4190 a rischio
Negozi: 528 a livello nazionale verranno chiusi e anche qui se si trova un benefattore come Paperon de Paperoni potrebbero restare aperti.

Totale disoccupati INGLESI nel solo gennaio 2013 = 10,060 persone senza lavoro.

Advertisements