Image

Ricotta, apples and chocolate bundt

I am not a food blogger although  sometimes i do dream about it. Me in a wonderful super high tech kitchen with a touch of old style of course, cause I do love “aga’s and range cookers” but I would love to have an eye level oven like in British bake off which the door slide down and you don’t burn yourself, like I normally do. I would love to have Ina Garten kitchen, with all that appliances, utensils, crockeries, pans and pots ohh just divine or a Mary Berry one very english country side, elegant and just the right place to spend time when you want to relax or you have your girl-friends around. I would like to say I like even Nigella kitchen but because I found Nigella a bit to cahotic and not exactly a good “chef” even if she never said to be one, is the reason why she is not in my “Kitchen dreams”and I dislike her, because I bought one of her books and decided to follow just once one of her recipe to bake brownie what a big mistake and what a waste of ingridients that day.

Anyway I am not here to give a lecture about Nigella or anyone else but just talking about my Saturday baking session.

I have been poorly with flu so I know I shouldn’t have baked, simply because when you are sick nothing comes out well made, but was my day off too and I was feeling rather happy and better so I checked in my kitchen I had enough apples, I checked in the cupboard if I had enough flour and yes I had, found some chocolate left over from another recipe, in the fridge I had enough eggs and a pot of ricotta that need to be used before the expiring date…so I though let’s bake.

Ingridients:

  • 400 gr self-raising flour
  • 4 eggs
  • 1 and 1/2 teaspoons baking powder
  • a pinch of salt
  • 400 gr of apples – but honestly I just picked up 5 of my small apples or if biggers use just 3
  • 350 gr of granulated sugar
  • 100 gr of milk to use just if you think the batter is  not smooth enough
  • finely grated rind of 2 lemons
  • 250 gr of ricotta
  • optional 120ml of sunflower oil, but even less to be sure the cake will be moist

Preparation time: about 20 minutes
Cooking time: about 45-50 minutes

Pre-heat the oven to 160°C/325°F/Gas 3.

In a mixer bowl of a stand mixer, whisk the eggs, sugar and lemon rind until the mixture is pale yellow, thiick and forms a ribbon.

Once you have this lovely fluffy mixture, change from the wisk attachment to the paddle or K one and add the ricotta, wisking on a medium speed,  once the ricotta is well mixed reduce a bit more the speed of the mixer and start adding 2 tbsp at the time the flour with the baking powder. If you notice that is getting to dense add a bit of the milk and the vegetable oil.

Once it is all wel combined is time to add your chopped apples and the chocolate, with a wooden spoon make sure that all the apples are coated with the sponge mixture.

Grease with butter you bundt,take a small handful or spoonful of flour and dust lightly around the inside of the greased tin. Turn upside down over your kitchen work surface and knock gently to remove any excess flour. I am pretty sure I don’t have to write this passage but like any food blogger I will. 🙂

Spoon the mixture in the tin, level up and shake the tin and then put in your preheated oven for 45/50 minutes or until the cake skewer will come out clean. I personally noticed that if I put my old gas oven on 4 or even lower ok, it will takes twice the time to cook, but it will be absolutely perfect, not to dakr to the toop and not uncooked sponge inside.

When the cake is cooled enough, if you can wait that long, cut a slice and enjoy your afternoon either with tea or chocolate or cofee.wp-1454771190391.jpg

Advertisements

Sabato day off

Di solito quando era il mio giorno off cercavo in ogni modo di organizzare qualcosa da fare per me stessa,perché solitamente quando ero off ero pure da sola,guarda caso…ma non era un problema enorme,anzi mi facevo i fatti miei,mi rilassavo e andava bene, certo alcune volte mi sarebbe piaciuto non esserlo peró amen…mi divertivo comunque.
Ora quando sono off quando Mr G. finisce mi manda sempre un sms “do we need anything at home? Do you want to go out in town for a coffee and a walk?” spesso rispondo si, ma spesso é no, perché mi piace aspettarti a casa, preparare la moka e per esempio, come oggi, persino una Apple cake. Mi piace prendermi cura di te, mi piace aspettarti e non é un peso, restare a casa adesso mi piace!

image

Certe volte…

Certe volte basta un niente e la prospettiva cambia.

Cambia il modo di sentirsi, cambia lo stato d’animo non cambia il dolore. Sono stanca – disse – stanca di dover combattere, di dovermi giustificare, di dover spiegare cose che non hanno motivo di essere spiegate! Possibile pensò che alla fine è sempre tutto uguale, cambiano magari le persone, i posti, ma ci si ritrova sempre nella stessa situazione!

Sono stanca, stavolta mollo tutto e tutti, chiudo la porta abbasso la serranda e me ne vado! Fanculo a tutto a tutti, al lavoro, alle bollette, alle tasse, agli orari, a tutto!!!

Prendo lo zaino ci infilo 2 cose, prendo il passaporto e ciao!

Dove vado vado, basta che sia lontano!

2016…Motivi

2016 motivi: per essere grata alla vita perchè nonostante tutto di cosa zzo mi vado lamentando sempre? E’ normale lamentarsi, è umano, è femmina, ma pure gli uomini si lamentano mica pizza e fichi!

Che anno il 2015 e chi se lo scorda, cominciato arrancando, dopo esser stata investita da uno schiaccia sassi, mi sono rialzata però, ho fatto un respiro profondo e sono tornata IO. Padrona di me, delle mie scelte, senza pesi addosso, senza preoccupazioni di terzi, che già le mie bastano e avanzano…poi piano piano, tra un passetto e l’altro mi sono ritrovata e ho incontrato quello che andavo da sempre cercando, una persona che mi completasse ed è tornato il sereno. Mica sempre è tutto rose e fiori, però svegliarsi la mattina senza ansia, senza paure, senza angosce, porca puttana è una sensazione che avevo quasi dimenticato. Perchè ci sei, perchè non mi lasci indietro!

Con te è arrivata madamigella pelosetta, dolce, che già dopo la terza volta che ci vedevamo per un caffè della domenica, mi leccava sull’orecchio quando ero seduta dal lato passeggero. Rossa anche lei, come i miei pelosetti, l’inserimento cane/gatto in stile bambino/asilo, non è stato proprio immune da graffi, Silvestro ti ha praticamente rigato ambo le braccia e io non ce la facevo a tirarmi su, con le lacrime agli occhi…sì lo so mi sarei dovuta preoccupare della copiosa sanguinatura ma de chè.

2016 motivi:  sono viva, sono in salute.

2016 motivi: Vivere insieme è come piace a me, risate, complicità, scazzi, una canzone diceva “Le cose che abbiamo in comune
sono così tante che quasi spaventa
entrambi viviamo da più di vent’anni
ed entrambi, comunque da meno di trenta
ci piace mangiare, dormire, viaggiare, ballare
sorridere e fare l’amore
lo vedi, son tante le cose in comune
che a farne un elenco ci voglio almeno tre ore…”

2016: Foto, foto, camminate, pace, relax.

2016: che resti così, sereno, pacifico, armonico, senza troppi scossoni, con la gioia che provo da 8 mesi, con la stessa calma e serenità, con la cura, la dedizione, la maturità e dove arriveremo arriveremo, senza programmi, senza pianificare, così perchè a me piace proprio così!

11260841_10153728315554414_5524207823451111621_n

7 Month ago…

you and I

L’altro giorno chiacchierando ti ho guardato e ti ho detto “ma lo sai che sono già 7 mesi?” la risposta è stata “no di già?”. Non ci ho fatto assolutamente caso al tempo che è trascorso, non abbiamo esattamente una data da considerare come “anniversario” e neanche mi importa molto di questo, so e sappiamo che è da Maggio, che sia il primo giorno del mese o nel mezzo o alla fine che importanza ha! Il mio averci pensato non è dovuto alla mancanza di celebrazione, ma alla semplicità di come questi mesi siano passati. Mica tutti rose e fiori nel senso che discutiamo, ci teniamo il broncio quel tanto che basta poi mi guardi ridi e a me passano tutte le incazzature e ho solo voglia di restare li incastonata negli abbracci  che mi dai e che mi fanno così bene. Il post discussione, che poi non è mai un litigare ma uno scambio decisamente “focoso” per temperamenti simili di opinioni che finisce con te che mi prendi in giro, imitandomi in cucina mentre sbatto ogni singolo pensile e soprattutto la mossa, che a tuo dire è mia, mentre prendo a ginocchiate la porta del forno che normalmente a mano non si chiude…e ridi…ridi…ridi con le lacrime e io che magari ho ancora le palle girate, ti guardo e rido e puff passa tutto.

Ho foto di noi due nel cellulare, ne pubblico poche anzi quasi nessuna dove siamo insieme, ma frammenti di noi due, soprattutto di te, chi sa ti ha visto, ma ho deciso di tenere il tutto per me, io che non ho problemi a condividere sul caro FB stavolta ho detto no, la curiosità di certe persone non è di solito per il mio bene ma per il loro bisogno di riempirsi la vita bieca e vuota con i cazzi altrui, in questo caso i miei e allora stavolta, no, niente foto nostre, anche se ce n’è una che vorrei tanto mettere in b/n, dove mi abbracci e mi baci sul collo ed effettivamente ho una tale espressione beata che a volte ho paura. E già, ogni tanto mi sale la paura perchè non sono abituta a questa tranquillità, fatta di rispetto, tempo passato insieme che adoro, gentilezza e premura nei miei confronti e soprattutto niente drammi.

Ho tutto quello che mi fa stare bene, te, i gatti, il cane e non posso neanche spiegare a chi non riesce a capire, quanto questo a me basti e quanto questo rispecchi me. Sì amo viaggiare, amo fare le foto, amo stare per i cazzi miei a volte, ma mi spiace deludervi io ho sempre voluto avere animali, ma non ho mai potuto e anche se sì a volte mi lamento perchè i gatti fanno come gli pare, mi hanno distrutto l’albero di natale quando erano ancora dei piccoli batuffoli rossi, nonostante lo scratching post, preferiscono la moquette – che non ha neanche 1 anno di vita – e le mostre delle porte, quando mi vengono in braccio e mettono la loro testolina sotto al mio mento, quando l’anno scorso non mi lasciavano mai sola, io li amo punto e basta e ora si è aggiunta questa ciambella rossa, che al momento ronfa al mio fianco, che mi guarda con gli occhi languidi quando la devo lasciare sola per andare al lavoro, che mi corre incontro quando mi viene a prendere al lavoro, che si gira mentre camminiamo se invece di essere di fianco sono dietro e si ferma e non si muove se io non li raggiungo, ecco a me questo mi fa stare bene, questo è quello che mi piace avere e vivere e se potessi aggiungerei due altre cose, una casa nella campagna inglese ma pure italiana, dove lo spazio per loro sarebbe senza limiti, aggiungerei delle galline, orto e alberi da frutta, 1 mucca per il latte, 2 cavalli e una stufa aga…e sarei la persona più felice su questa terra. Mi potrei dedicare a tutto quello che mi piace, hobby and craft…sto invecchiando! ma stica, mi piacerebbe invecchiare così! con l’odore del camino in casa, il silenzio fuori.

Piove…piove…piove

Piove, piove, piove, dovrei essere abituata dopo 8 anni di vita in terra d’Albione eppure no, dopo un pò mi rompo. L’idea era di alzarmi presto, cosa che ho fatto, docciarmi come quando vado al lavoro alle 8am quindi verso le 06:30 e poi uscire e fare un giro in town, dovrei comprare un pochino di quelle cose femminili che prendono il nome di “make-up” tipo il correttore per questi cerchi neri sotto gli occhi, un fondotinta leggero, anche se poi, persino in pieno inverno io di trucco ne uso davvero poco e sarà forse per questo che a quasi 38 anni la gente ancora pensa che ne abbia appena 30 o anche meno a volte! Invece sono le 07:57 e mi rimetterei volentieri dentro al letto, aspettando le 11 per poi vestirmi ed andare a lavoro! E piove…piove…piove e forse è proprio per questo che la voglia di mettere il naso fuori dalla porta se non per andare a lavorare è quasi nulla.

Questa malinconia poi, che prende il sopravvento e mi lascia così come una cretina!

Snapshot #5

Having someone that is looking after me the way you doing leave me speachless and I keep getting everyday more fond of you. I am not used to, I built wall around me all the time for self protection but I m slowly getting rid of them..and is a new feeling which is scaring me a little bit.